stringimi e vedrai, non finiremo mai

t'ho nel cuore.

lucrezia.

"e invano il sognatore affonda le sue mani, nei suoi sogni di un tempo come in un mucchio di cenere, cercando in quella cenere sia pure una sola scintilla per accendervi un nuovo fuoco e riscaldare il cuore diventato già freddo, per farvi risuscitare da capo tutto quello che era stato prima tanto caro, che aveva intenerito l’anima e fatto bollire il sangue, che aveva strappato lacrime dagli occhi e che era stato un inganno così meraviglioso."

continuomalessere:

lui sa dove io sto bene e sono felice!

io l’ho sempre detto che è la città dell’amore.

continuomalessere:

lui sa dove io sto bene e sono felice!

io l’ho sempre detto che è la città dell’amore.

metti un’alba dal bus.

ci sono giornate che si riaccomodano anche solo con due parole di conforto, un caffè fatto bene e un paio di canzoni adatte.

paolama:

vorrei essere
le tue dita

per le mille
volte al giorno

in cui inconsapevole
ti sfiori 

(via empiristico)

"che possiamo noi realmente sapere degli altri? chi sono, come sono, ciò che fanno, perché lo fanno."

ho comprato fiori da una signora identica a meryl streep. parlava fiorentino stretto ed era adorabile.